giovedì 8 settembre 2011

Finalmente la pioggia:odori e profumi.....plum cake alla panna....e mirto

Un tintinnio in lontanza,il cielo in parte coperto e il rumore cupo di tuoni in lontananza...non e'un film d'orrore,ma bensi'la tanta implorata pioggia....E si finalmente in questi giorni,sono cadute un po' di gocce di pioggia...una pioggia brevissima, ma in un attimo la mia mente e' volata in quelle giornate autunnali,dove a farmi compagnia e' il rumore della pioggia,dove il primo pensiero e ' quello di accucciarsi in un lettone e di infornare un dolce,soffice,profumato,capace di regalarti un risveglio allegro e carico....oppure pomeriggi interi a fare i compiti con mia famiglia...E cosi' ho pensato di fare un plun cake di una semplicita' unica ma di grande effetto...soprattutto pieno di gusto...
Ecco gli ingredienti:
350 g di farina
350 g di zucchero
125 di panna per dolci
un limone (non Trattato)grattuggiato
4 uova
gocce di cioccolata
mezzo bicchiere di liquore Mirto
1 bustina di lievito per dolci(pan degli Angeli)

Montare il bianco d'uovo e metterlo da parte.

Lavorare il rosso d'uovo con lo zucchero finche' non diventi soffice e raddoppi di volume.Aggiungere la panna e un po'per volta la farina,il lievito,il limone grattuggiato,e il mirto.

Ovviamente il liquore puo' essere omesso o anche sostituirlo con altro.Fatto cio',aggiungere a MANO,il bianco dell'uovo ed amalgamare il tutto dal basso verso l'alto.Aggiungere gocce di cioccolata.
Nel forno che cuoce...
Appena cotto...non posso pubblicare l'odore che sprigiona,perche' e' impossibile ma vi assicuro che e' delizioso...

Da varie prospettive,e' lievitato tanto ed e' morbidissimo....
 E cosi'tra una ricetta e attimi di vita...tra miti e leggende non potevo pubblicare il magico fiore del mirto(immagina presa da google),da anni contemplato e amato simbolo della dea Afrodite per i greci e della dea Venere per i romani...negli anni e' stato usato per ricordare...per eventi di gioia e di feste...
Sinonimo di eterni amori,eterna giovinezza,eterna bellezza e donando immortalita' a chi lo possiede....
Sono leggende...e' vero, ma aiutano a distaccarci da questo mondo cosi' calcolatore,dove l'amore,e la speranza sono diventati fiori troppo rari....
Buona vita e buona cucina!!!!!!

28 commenti:

  1. Ciao, come sei poetica! E che bello questo cake!
    Scusami ma ero convinta che fosse Plum oppure il Plun è un'altro tipo di torta? Comunque si chiami ne prenderei volentieri una fettina.
    A presto Carla

    RispondiElimina
  2. grazie Carla...hai ragione ho sbagliato a scrivere!!!!!scusami ora ho corretto!!!!

    RispondiElimina
  3. inizia l'era dei plum cake ne ho fatto uno pure io

    RispondiElimina
  4. quanto mi piacerebbe evdere un bel tempralone qui, purtroppo dopo l'inizio della settimana, abbastanza fresco, qui sta facendo di nuovo caldo, peccato. Il tuo plumcake è una delizia e la panna deve dargli una sofficità unica. bacioni

    RispondiElimina
  5. Ciao Graal, hai avuto un pensiero davvero squisito a ringraziarmi per il post sul compleanno di Tom, tantopiù che non l'ha fatto quasi nessuno.
    Profitto per rinnovarti tutta la mia stima per l'attenzione che riservi ai miei post.
    Cordialità.

    RispondiElimina
  6. anche a me piace quando piove e fuori è freddo, accoccolarsi su un divano con un plaid e un buon libro da leggere, magari sorseggiando una fumante tazza di tè addolcito da dolci biscotti home made...ma adesso no è ancora troppo vivo il ricordo della mia vacanza che sento ancora il bisogno di belle giornate di sole e caldo per rigenerarmi ancora un pò e affrontare l'inverno :-) però che buono questo cake e credimi il profumo lo immaginiamo molto buono :-)

    RispondiElimina
  7. Per me preparare un cake equivale a un massaggio o auna seduta anti-stress: mi danno una soddisfazione pazzesca. Il profumo, la morbidezza, l'idea che sia lì ad aspettarmi per colazione... :-)
    un saluto
    simona

    RispondiElimina
  8. il lato positivo dell'autunno??questi dolci caldi e soffici che si sciolgono in bocca!

    RispondiElimina
  9. buono il plumacake...quasi quasi mi fai venire voglia di pioggia!!! ;)

    RispondiElimina
  10. Che bello alto e sopratutto buono!!
    io stò aspettando che rinfresca per poter accendere il forno , fa ancora caldo!!
    un bacione!!

    RispondiElimina
  11. Che bella descrizione di una tipica giornata di pioggia utunnale, peccato che qui non ha versato neanche una goccia anzi si muore ancora di caldo!!!Comunque questo plum cake e' proprio quello che ci vuole per coccolarsi in una bella giornata autunnale!!!Bacioni e buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  12. mmm che meraviglia!Come ti è venuto bene!Brava!

    RispondiElimina
  13. Ciao Graal, complimenti per il blog!
    A per non porlare del racconto,e del"Plum cake"
    una vera delizia.
    A presto
    Antonella.

    RispondiElimina
  14. con la tua descrizione mi hai fatto venire una gran voglia di dolci sofficiosi e coccolosi tipici del periodo più freddo . Un passo avanti verso quel periodo dato che ricominciano le scuole .
    Baciuzzi

    RispondiElimina
  15. Qui fa ancora caldo ma ho voglia lo stesso di questo stupendo plum cake :P

    RispondiElimina
  16. Mmmmmm....che profumino....arriva fino a qui! Questo dolce sarà "preda" di mio marito e figlio, amanti della cioccolata. Ma io certo non sarò di meno! A presto Paola

    RispondiElimina
  17. Che belloooooo...ma è altissimooooooooo!!!!!

    RispondiElimina
  18. qui niente pioggia anzi oggi il caldo umido ci ha fatto sciattare! :)
    ottimo il cake con la panna, consolatorio

    RispondiElimina
  19. il dole è venuto benissimo: chissà che profumo ....:-)))

    RispondiElimina
  20. CIAO GRAAL, LA TUA DESCRIZIONE PRE E POST PREFAZIONE E INDICE DI PROFONDITà UMANA PROVANDO AMORE PER LA VITA, E LO FAI CON QUESTO TUO STARE SOTTO AD UNA COPERTA E PREPARARE UN DOLCE DEL MATTINO E SENTIRE I TUONI IN LONTANANZA RABBRIVDENDO AI PRIMI ACCENNI AUTUNNALI!!!QUALCUNO TI HA CLASSIFICATA UNA POETESSA, E VERO, LO SEI, MA D'ANIMO!!! STASERA HAI APERTO IL MIO CUORE, NON SOLO PER QUESTO TUO MERAVIGLIOSO E SEMPLICE PLUM KAKE, MA FACENDOMI RIPROVARE LE STESSE TUE EMOZIONI DI UN BAMBINO CHE QUANDO SENTIVA I TUONI SI METTEVA SOTTO LE COPERTE E RIMANERE INEBRIATO DALL'AROMA E IL PROFUMO INDELEBILE DI UNA TORTA FATTA DALLE MANI DELLA MAMMA. STASERA, NON SOLO HO CONOSCIUTO UNA POETESSA, MA UNA DONNA VERA..UNA DONNA D'ALTRI TEMPI!!!GRAZIE DI ESISTERE, GRAAL!!!CON AFFETTO E STIMA..BABBà!!!

    RispondiElimina
  21. Sai Raffaella il plum caKe al gusto di mirto non lo mai mangiato, ma conoscendo il liquore di mirto
    se tanto mi da tanto deve essere favoloso
    buon fine settimana.
    Tiziano

    RispondiElimina
  22. Che assoluta bontà Cara!!!!:-))
    Complimenti un bacio e felice week end*

    RispondiElimina
  23. anche a me l'autunno fa venire in mente: lettone e un buon dolce in forno che sprigiona il suo meraviglioso aroma!! bellissimo il mirto, un fiore che mi piace molto...complimenti, i tuoi post mi piacciono molto!!

    RispondiElimina
  24. Pioggia? per noi solo un miraggio ancora...Il plumcake è fantastico profumatissimo e tanto miraggio non lo è...buon we cara e alla prossima...buon tutto. Ciao.

    RispondiElimina
  25. Mi piace il tuo descrivere le sensazioni di fronte ad un evento naturale come la pioggia e paragonarlo ad un vento altrettanto naturale:cucinare con amore per la tua famiglia, le tue principesse un dolce che è comfort food per eccellenza a mio parere.
    Baci baci

    RispondiElimina
  26. sì ma la pioggia è anche sintomo di giornate corte e notti lunghe lunghe...meglio così, il cuore gioisce al caldo sole...

    RispondiElimina
  27. Un plum cake davvero speciale... ed un post dolce, nostalgico, evocativo :-)

    RispondiElimina
  28. questa ricetta mi piace moltissimo , la terrò presente..da oggi ti seguo ,se ti fa piacere passa anche tu a trovarmi www.saporidisara.blogspot.com
    baci , SARA

    RispondiElimina